Responsabilità Chiunque causi un danno, dev’essere anche ritenuto responsabile per esso. Un’ovvietà Ciò che è dato per scontato in Svizzera, dovrebbe valere anche all'estero. Un’ovvietà Ciò che è dato per scontato in Svizzera, dovrebbe valere anche all'estero. Rafforza la posizione economica Il rispetto degli standard internazionali aumenta la competitività.

Argomenti

Una cosa ovvia - anche all'estero
I diritti umani sono una questione di decenza per tutti noi. La nostra Costituzione federale si basa proprio su di esse. Sono proprio questi i principi costituzionali che tutte le nostre aziende con sede in Svizzera dovrebbero osservare.
Pari diritti per tutti
L'iniziativa si basa sulle consuete regole del diritto processuale svizzero: l'onere della prova spetta ai ricorrenti e gli imputati possono opporvisi esercitando il loro dovere di diligenza.
Posizione economica svizzera
Se le imprese attive a livello transnazionale con sede in Svizzera non rispettano gli standard internazionali, ciò ha conseguenze importanti per la reputazione della Svizzera come piazza economica. Semplicemente non possiamo permettercelo.

Membri del comitato

Entra a far parte del comitato

L’economia deve essere al servizio delle persone, non il contrario, ed il profitto economico non deve essere conseguito a scapito dei diritti umani ed ambientali. Le attenzioni che le nostre imprese prestano a questi principi in Svizzera non devono venir meno quando lavorano all’estero.

Valérie Baggi
GG / PPD
Co-segretaria

Una manciata di imprese svizzere sfruttano e inquinano sapendo di rimanere impunte. L’iniziativa dà una risposta a questo problema senza creare costi addizionali per la stragrande maggioranza delle multinazionali del nostro paese, che si comportano correttamente.

Leandro
gvl
Presidente sezione Ticino

Visualizza tutti i membri del comitato

Sostegno

La campagna per un SÌ all’iniziativa multinazionali responsabili e quindi per una gestione responsabile dell’economia è portata avanti dai tre partiti di centro giovani Giovani PEV, Giovani Verdi Liberali e Giovani PPD. Alla campagna partecipano anche singoli membri dei Giovani PBD, che ha deciso di raccomandare libertà di voto.

La campagna "Giovani per un’economia responsabile" è condotta in collaborazione con il Comitato Civile per la Responsabilità Sociale.